mercoledì 16 agosto 2017

AMORE IMMENSO




Quanto siete belli
così abbracciati
Quanta amorevole gioia
nei volti bambini

Il sorriso nei vostri occhi 
mi colma di felicità 
Così grande è il mio amore
intenso il mio pensiero a voi rivolto
infinita la tenerezza che m'avvolge

E penso 
a due meravigliose stelle che brillano lontano
che si accendono nel buio del mio cuore
illuminando questa profonda nostalgia

_______ *** _______

sabato 5 agosto 2017

MI MANCA DI TE...


....quei piccoli passi
le tue mossette buffe
quegli occhioni azzurri
ora sonnacchiosi
ora spalancati,
 indagatori

Di te mi manca
lo strano miagolio
le fusa
i morsetti
il tuo strusciarti
gli improvvisi balzi 
e la tua eleganza

E mi manca 
la luce, 
lo splendore che tu, 
inconsapevole stella 
ai nostri giorni sapevi dare

Tutto di te adesso 
è nel mio cuore
nella meravigliosa casa dei ricordi
Piano piano
socchiuderò la porta
e tu, gioiosa Pulcinella
tornerai a vivere
e di te, per noi
resterà stupenda la poesia.

giovedì 6 luglio 2017

CIAO DOLCE PALLINA



Ieri, la nostra cara Pallina, ci ha lasciato.
Ho un'immensa tristezza nel cuore ma, anche se mi sarà estremamente difficile, voglio scrivere di lei e condividere con gli amici che l'hanno conosciuta attraverso i post che le ho dedicato e che tutt'ora si ricordano di lei .
È stato un precipitare di eventi: respirava faticosamente ma erano i primi caldi e lei ogni anno si mostrava molto insofferente al caldo   Continuava però ad essere normale, coinvolgendoci nelle sue abitudini quotidiane: di corsa dalla camera veniva in cucina e, dalle sue varie posizioni , si capiva se voleva un po' di pappa o dei croccantini freschi, o l'acqua fresca..... talvolta andava vicina al rubinetto e quello significava che era il momento di un po' d'acqua corrente. Poi tornava in camera a sonnecchiare fino all'ora del pisolino di babbo Saverio: se lui si attardava veniva a cercarlo e a chiamarlo con il suo particolare miagolio di richiamo.   
E così ogni giorno, fino a qualche giorno fa quando ha iniziato ad essere disappentente e a non cercare neppure l'acqua: la cosa ci preoccupava ma pensavamo fosse sempre per il gran caldo.   Ma Pallina aveva molto di più: in capo ad una settimana ha iniziato a dimagrire e a respirare sempre peggio: il dottore ha diagnosticato una pleurite o una forma di polmonite virale praticamente fulminante. 
Ha iniziato una terapia a base di antibiotici e cortisone ma non è valso a niente. 
Cara Pallina....la nostra dolce pagliaccetta che riusciva sempre a rasserenarci e a donarci momenti di gioia: per undici anni ha fatto parte della nostra vita, con le sue corse pazze, i suoi buffi miagolii, con le sue fusa e le sue improvvise reazioni ad una nostra carezza troppo prolungata.
La nostra casa era in funzione di lei: si dovevano evitare le finestre aperte perché non cadesse di sotto , niente fiori o piante in giro per evitare che le mangiasse o le portasse ovunque....e i mobili senza troppe cose che potesse rompere.... e i suoi angolini per l'estate e per l'inverno ....e ricordarsi che la porta di ingresso fosse sempre chiusa : poteva sfuggirci e magari, trovando il portone del palazzo in cui abitiamo aperto, potesse immettersi per strada dove, per la sua sordità, avrebbe rischiato di finire sotto un'auto. 
Certo non era semplice ma era la nostra bimba pelosa e avevamo deciso di prenderci cura di lei con tutto il nostro amore.
È arrivata nella nostra vita in un momento di particolare tristezza: stavamo sentendo sempre di più  la mancanza dei nostri ragazzi, entrambi lontani per motivi di studio,  e lei ci ha aiutato moltissimo: ha riempito la nostra vita e in questi ultimi anni, era il nostro raggio di sole.
Avendo in casa una persona anziana con tutti i suoi vari problemi , la nostra vita è diventata un po' grigia e monotona, soprattutto negli ultimi sei mesi :  durante le nostre giornate c'era Pallina a farci compagnia e a strapparci sempre un sorriso con le sue bizzarrie mentre aspettavamo di vedere in serata nuove foto della nostra nipotina   
 Adesso dovremo ricominciare senza di lei, tenendocela stretta stretta nel nostro cuore , insieme al pensiero dei nostri figli e alle gioie che, anche di lontano, ci offre Julia 

Ciao Pallina adorata, dormi e sogna di noi, come noi sogneremo di te; adesso sei accanto a Micia e insieme a lei, voglio pensarti serena e felice, mentre nel nostro giardino vi rincorrete o inseguite insieme una farfalla.  Dormi e , quando sarà, ci incontreremo di nuovo, al di là della vita terrena, e insieme a te e a Micia percorreremo il Ponte dell'Arcobaleno. 

sabato 8 aprile 2017

NOVE ANNI SONO TANTI MA, TRENTANOVE?


  Pochi giorni fa ho festeggiato 9 anni di blog : di sicuro un evento importante, per tanti motivi ..... ma oggi non posso non ricordare che l'8 aprile di trentanove anni fa, Saverio ed io ci scambiavamo la promessa di vivere per sempre l'uno per l'altra: quella promessa continua e spero sia così ancora per tanto tempo. 
Invito tutti gli amici a brindare con noi, se ne hanno piacere, ovviamente

mercoledì 29 marzo 2017

DUE BLOG, UN'AMICIZIA


Il 29 marzo del 2008, quando iniziai a scrivere nel mio blog,  non immaginavo che avrei  trovato  tante belle persone con cui condividere opinioni, emozioni e sentimenti: alcune di esse mi hanno colpito in modo particolare e tra queste c'è Gianna
Questo post nasce per  ricordare che Gianna ed io siamo entrate nel mondo dei blogger quasi contemporaneamente: "Mondo di Paola " nasceva  il 29/03/2008 e, di lì a due giorni, il 31/03/2008 arrivava "Gianna Il bene in noi" . 
Il nostro primo contatto avvenne nel novembre dello stesso anno quando  Gianna venne a commentarmi

 ed io, colpita dal suo sorriso e dal nome che usava allora, Stella, andai a conoscere qualcosa di più di lei entrando nel suo blog: da quella volta non ci siamo più dimenticate l'una dell'altra e, ogni post pubblicato dall'una aveva sempre il commento dell'altra. 

Siamo andate avanti  con i nostri blog,  con un  entusiasmo che all'inizio  era grande ma che poi, negli ultimi anni è andato scemando, per motivi vari: noi comunque, abbiamo sempre comunicato tra noi anche per corrispondenza e  per telefono scoprendo di avere molte cose in comune , molte affinità. 



Nel 2011, il 22 maggio,  ci siamo anche incontrate di persona in occasione del raduno tra blogger,   a Bologna 




 Un secondo incontro è avvenuto il 17 luglio 2012, quando Gianna è venuta all'Elba. 
L'emozione provata in entrambi i casi è stata immensa: 
avremmo solo voluto avere più tempo ma, speriamo di avere altre occasioni.

Quest'anno dunque, i nostri blog compiono 9 anni: non sono tanti ma sono comunque abbastanza. 
Entrambe abbiamo avuto momenti di stanca in cui siamo state sul punto di porre la parola fine ma sempre  vince il sentimento: Gianna ed io siamo molto legate ai nostri blog e agli amici incontrati
Purtroppo non è più come un tempo: molti amici si dedicano molto più a Facebook che non al blog e questo a me dispiace tantissimo.
Il mondo dei blog  appariva, ai miei occhi,  qualcosa di  particolarmente discreto, ovattato e riposante; un salotto dove si incontrano persone con affinità comuni: evidentemente non tutti la pensiamo allo stesso modo ed io, per natura, rispetto tutte  le opinioni.
La mia speranza è di tornare più assidua a postare e a visitare chi ancora resiste in Blogger.

E  a te, cara Giannina, dico
con questi pochi versi
"Ritroviamo gli entusiasmi persi!"
A volte sarà una gran fatica
ma ne varrà la pena
se incontreremo un'altra voce amica
Amici tanti ne abbiam collezionati
alcuni per altre strade sono andati
ma altri son rimasti affezionati
Per loro e per chi ci vuole bene
scriviamo ancora pagine serene
che parlino per il nostro cuore
offrendo tanto affetto e tanto amore


Quindi  Gianna andiamo avanti!
 Insieme  abbiamo deciso di festeggiare  oggi   e   invitiamo tutti i nostri amici ( molti ne abbiamo in comune ) a voler partecipare al nostro compleblog: 
Alziamo in alto con voi i nostri calici e brindiamo con allegria e con affetto .




martedì 7 febbraio 2017

MERAVIGLIOSA INTESA





Giorno dopo giorno
qualcosa in più tra voi
Occhi dolcissimi 
Cercano i tuoi
Sorridono, se tu sorridi 
rassicuràti, pieni d'amore

Scintille rimbalzano
reciproche
nei vostri sguardi

Gioia
affetto immenso
promesse, speranze
...
e tra voi due nasce
e mette radici
quella intensa, profonda
meravigliosa intesa


Scritta il 4/12/2016 dopo aver guardato un video in cui Julia sorride a suo padre, con una dolcezza e una tenerezza infinita.    Dedicata a mio figlio, a Julia e a Kristin che, col suo amore, ha dato vita a questo miracolo.






sabato 24 dicembre 2016

AUGURI !!!!!







Davanti al mio albero, auguro



                    Buon Natale 
         a tutti i cari amici e alle loro famiglie
                  con tanto affetto

mercoledì 7 dicembre 2016

UNA GIOIA INFINITA

Sono diversi giorni che nella mia testa passano tante parole, frasi più o meno definite, pensieri non sempre chiari  e non è stato semplice liberarmi da quella confusione: ma ora sono qua e spero di riuscire ad esternare le mie ultime emozioni per condividerle con chi legge, con gli amici a me cari che, nonostante le mie lunghe assenze dal blog, non dimentico.

Allora, andrò per ordine: la scorsa primavera Saverio  ed io abbiamo ricevuto la splendida notizia che in autunno saremmo diventati nonni!  Che meraviglioso momento è stato!  non mi sembrava vero, finalmente un altro sogno si realizzava.
Così, ho trascorso i mesi che precedevano l'evento preparando alcune cose con le mie mani e con tutto il mio amore per la creatura che sarebbe nata, sentendomi così più vicina a mio figlio e a mia nuora che vivono a Nashville: la mia era semplice illusione ma mi ha aiutata. 
Poi è arrivato il giorno della nostra partenza per Nashville: l'emozione era grande e non mi ha fatto pensare affatto all'aereo, anzi agli aerei, che avremmo dovuto prendere per colmare la notevole distanza né a tutte le ore di volo: il mio unico pensiero era rendermi conto che stava per accadere qualcosa di decisamente stupendo.
Quando il 10 ottobre siamo arrivati la nostra piccolina ancora non era nata: quasi sembrava che ci avesse aspettato! E poi, al mattino del 12,  non ero più solamente mamma: ero diventata nonna di una bambina dolcissima.

Quando ci siamo recati, con i nostri consuoceri e con l'altro mio figlio, alla clinica dov'è nata, la commozione era visibile sulla faccia di tutti: trovare mio figlio e sua moglie abbracciati e radiosi mentre guardavano il loro piccolo tesoro, ci ha colmati gli occhi di lacrime, lacrime di gioia intensa.... Sono stati attimi indimenticabili che mi porterò per sempre nel cuore. 
Così è arrivata Julia, cara dolce piccola Julia: la mia  rondinella,  che ha portato la primavera dentro di me, nonostante l'autunno.



La prima volta che l'ho tenuta tra le braccia mi sono sentita andare indietro nel tempo, a quando per la prima volta diventai mamma;  Nanni, suo padre, era così, come lei: piccolo indifeso e incredibilmente tenero; mi sono sentita di nuovo giovane mamma,  inesperta e impaurita di fronte a quel  piccolo essere che chiedeva solo di essere amato e protetto e, come allora, ho sentito nascere in me un amore infinito. Sensazioni indimenticabili che si rinnovarono quando nacque il mio secondo bimbo e che adesso si ripetevano per lei.
Una forte emozione ho provato nel vedere mio figlio tenerla in braccio con un'incredibile disinvoltura: protettivo e amorevole, incantato e incredulo di aver contribuito con sua moglie alla realizzazione di quel piccolo capolavoro, così come ho provato un'infinita tenerezza verso il mio figlio minore nel vederlo in adorazione della sua prima nipotina. Sensazioni indicibilmente uniche che solo chi le ha provate può capire. 
Abbiamo trascorso circa due settimane vicino a Julia, poi , inesorabile è giunto il giorno di rientrare; quanta tristezza e quanta nostalgia provo, giorno dopo giorno. 
Grazie alle moderne tecnologie posso vedere Julia ogni giorno nelle foto che quotidianamente i genitori  pubblicano su un sito privato e poi, spesso la vedo nelle nostre video-chiamate: tutto questo attutisce molto la lontananza e, se penso a come certe cose non fossero possibili una volta, mi consolo.
Mi incanto nei piccoli video dove lei si muove, agita le sue manine e i piedini, e sorride e sembra avere un intenso desiderio di comunicare con chi le è vicino. 
Crescerà lontana da noi, ma la mia speranza è che, i pochi momenti in cui in futuro saremo di nuovo insieme permettano a Julia di avere un pezzettino del suo cuore riservato ai suoi nonni lontani: del resto quello che più ci conforta è l'essere consapevoli di quanto amore i suoi genitori sapranno darle.





      Cara, dolce , adorabile Julia!                                                   






Si è verificato un errore nel gadget